h1

Le donne di città e le donne di campagna

19 giugno 2016

Le donne di città al compleanno ricevono borse, gioielli, trucchi. Le donne di campagna, l’ultimo modello di trattore tosaerba.

donnadicampagna
(Mica scherzo: ecco il mio regalo di compleanno dell’anno scorso)

Le donne di città hanno i vestiti suddivisi al massimo in vestiti più o meno fighi. Le donne di campagna hanno i vestiti suddivisi in “da fuori” e “da lavori nei campi”.
ne segue che le donne di città hanno i vestiti suddivisi in puliti e sporchi, quelle di campagna in più o meno “presentabili”.

Le donne di città conoscono il pollo nel comodo formato “quattro cosce dentro una vaschetta di polistirolo”, le donne di campagna lo conoscono in tutte le sue evoluzioni uovo, tenero pulcino, pollo quasi pronto, galletto infornabile.

Le donne di città di solito non hanno un pelo fuori posto: baffetti sopracciglia e peli superflui vari sono costantemente tenuti sotto controllo. Le donne di campagna, diciamocelo, spesso hanno i baffi.

Le donne di città profumano di Chanel n°5, quelle di campagna di trifoglio e menta piperita.

Le donne di città si svegliano con Radio Subasio, quelle di campagna con il canto del gallo.

Le donne di città sono pallide in inverno e abbronzate in estate. Le donne di campagna in primavera cominciano ad avere quell’abbronzatura così detta “da orto” ovvero con il simpatico segno della maglietta a metà braccio.

Le donne di città controllano di avere lo smalto non rovinato, quelle di campagna di non avere tracce di terra sotto le unghie.

Le donne di città hanno “l’animale domestico”, solitamente un cane o un gatto, quelle di campagna hanno “gli animali”: cani-gatti-polli-oche-conigli-pecore….

Le donne di città vanno alle mostre, quelle di città alle sagre 🙂

e ora su dai, non si offendano le donne di città nè quelle di campagna, che io sono stata di città, ora sono di campagna, e si lo ammetto: ho i baffi!
E questa distinzione non è fatta su base geografica, nel senso che ci sono donne che vivono in campagna ma hanno le caratteristiche delle donne di città (“non mi chiedere di andare nell’orto, oddio una lucertola!”) e viceversa, donne che vivono in città ma coltivano l’orto sul balcone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: