Archive for giugno 2012

h1

Rinnovamento

11 giugno 2012

Ho passato un lungo periodo di tempo parzialmente disinteressata al mio lato più “fashion“.
Quando si vive una gravidanza e poi la maternità, l’abbigliamento passa un po’ in secondo piano, o quanto meno per me è stato così. Prediligevo abiti e calzature comode ancora più del solito, sia in gravidanza sia dopo la nascita del pupo, anche perchè allattando al seno non era proprio il caso di vestirmi con abiti che si sarebbero rivelati scomodi per l’operazione stessa o che si sarebbero rovinati e macchiati.
Dopo un anno e mezzo sono rimasta incinta della secondo genita e tutto è ricominciato: tute, scarpe da ginnastica, maglie larghe.

Il tutto era aggravato dal fatto che, non lavorando, stavo per di più in casa per cui oltre alla comodità c’era il pensiero “E tanto chi mi vede”.
Tengo a precisare che non sono mai arrivata a livelli tipo pigiama e vestaglia 24 ore su 24: nel mio piccolo mi sono sempre lavata-vestita-sistemata quantomeno per me stessa. Ma non sono mai andata oltre al minimo sindacale.

Ora però posso dichiarare questo periodo ufficialmente terminato: le pance sono lontane, sono rientrata nei miei vestiti pre-gravidanze e mi è tornata voglia di vestirmi e acconciarmi in modo più carino di quanto previsto dal minimo sindacale.

E così capita di comprarsi un vestito nuovo o un paio di scarpe che due anni fa avrei snobbato dicendo “e con queste dove dovrei andare

Poi può anche capitare di fare una cosa che ti è sempre piaciuta nelle altre ma che mai avresti pensato di fare proprio tu: il piercing all’ombelico!

E poi si può riprendere gusto nel mettersi lo smalto alle unghie, anche se la vita casalinga, le pulizie, la cucina non ne consente una lunga durata. Ma quei minuti spesi nel prendersi cura di sè e quel senso di soddisfazione nell’osservarsi più carine del solito ripagano tranquillamente la scarsa durata.