h1

Convulsioni febbrili, secondo episodio.

26 marzo 2010

V i ricordate il programma che mi ero fatta per ieri pomeriggio? E’ saltato: vi racconto come.

Vado a prendere il pupo al nido alle 11.30 ed è tranquillo e giocherellone come sempre.
A casa un po’ assonnato, non gli va di mangiare, lo metto a dormire verso le 12, pensando abbia solo sonno.
Tempo mezzora e si sveglia lamentandosi, tutto rosso in faccia e caldo.
Gli misuro la febbre: 39,5.
Gli do lo sciroppo antipiretico, Nuforen, che mi ha consigliato il pediatra dicendo che è più potente e agisce prima della tachipirina. Lo siedo sul lettone, gli levo il maglione, gli accendo la tv: mi vado a lavare i denti, torno in camera…..
……la prima cosa che vedo sono le braccine che si agitano in aria.
Gli occhietti fissi nel vuoto, da un lato.
La saliva gli gorgoglia in gola e gli esce dalla bocca.
Sono uscita di casa con lui in braccio gridando Aiuto Aiuto: ero a casa da sola ma c’era mia cognata (la ragazza giapponese) al piano di sotto. Lei mi vede ma quando io vedo lei e le chiedo aiuto mi rendo conto che non può fare niente.
Non so come, recupero un briciolo di lucidità e mi ricordo che quando gli vennero l’anno scorso a settembre, mi dissero che nel caso gli fossero tornate gli avrei dovuto dare il Micronoan tramite peretta.
Risalgo a casa, svuoto a manate il mobiletto coi medicinali e trovo il Micronoan; apro la confezione coi denti, gli faccio sta peretta e riscendo.  Do il pupo in braccio a mia cognata, li facio montare in macchina e come Schumacher parto alla volta del prontosoccorso.
Ho corso come una pazza con una mano sul volante e sul clacson e l’altra fuori dal finestrino ad agitare un fazzoletto bianco. Ogni 30 secondi chiedo a mia cognata “Respira?” e lei si fa tutto il viaggio con un dito sotto il naso del pupo e mi tranquillizza con un si.
Arrivati al pronto soccorso gli misurano la febbre, nel frattempo è scesa a 38, lo spogliano e lo visitano: mi dicono che non avendo pediatria devono attivare altri ospedali per il ricovero, ma intanto io sono al sicuro in una struttura ospedaliera e vedo che lui quantomeno piange e respira.
Nel frattempo arriva mio marito: in teoria avevamo l’ecografia quindi stava tornando a casa mentre io ne stavo uscendo.
Dopo mezzora NESSUNO dei 21 fax inviati dal pronto soccorso ha ricevuto risposta, così decidiamo di andarcene e di puntare all’Umberto primo di Roma.

Altro viaggio con clacson e fazzoletto bianco, ma stavolta guidava mio marito e io sventolavo.
Lo visitano, gli fanno un prelievo e rimaniamo in sala d’attesa 3 ORE, con il pupo, in piena crisi post-traumatica, addormentato in braccio a mio marito. Dopo 3 ore ci dicono che NESSUN OSPEDALE DI ROMA E PROVINCIA ha un posto letto disponibile per noi, che c’è un posto a Rieti.
Rifiutiamo il ricovero.
Andiamo a casa di mio padre che abita più vicino all’ospedale rispetto a noi, così per ogni evenienza siamo pronti a ritornarci. Il piccolo dopo dormita e sudata si è ripreso, a casa è vivace e gioca e mangia a cena.

Morale della favola: stanotte di nuovo 39, ce lo siamo tenuto nel lettone con noi per monitorarcelo da vicino. Antipiretico e spugnature fredde. Oggi febbre mai. Scusate il papiro…. ma è stato uno dei momenti più brutti… e non mi va via dalla mente l’immagine di quelle braccine che si agitano nell’aria.

Annunci

9 commenti

  1. Piccola…mi dispiace tanto…
    Lo so che hai avuto paura, ma sei stata una vera leonessa, una vera leonessa!!! Brava!
    Ma non avete pensato al Bambin Gesu’? Non avrebbero rifiutato il ricovero li. Ci fu ricoverata la mia gallinella quando ebbe anche lei le convulsioni, e anch’io, come te, aspettavo un altro pulcino.
    Non posso dirti che non succederà più, ma sicuramente sarai molto più svelta e preparata di questa volta e non avrai cosi tanta paura. Non è cosi grave,spaventoso si, ma sarà meglio che gli facciate fare una visita approfondita sul come mai questi picchi improvvisi di febbre.
    Ti abbraccio, e un bacio al mio Vichingo.


  2. io non lo so davvero come fai… sei stata bravissima, davvero… hai una forza incredibile….
    sei riuscita ad essere lucida e a ricordarti quella cosa….. che brava mamma…

    e poi e’ vergognosa la sanita’ italiana, veramente vergognosa…..

    dacci presto notizie che va tutto bene….

    un abbraccio…


  3. Anche io mi associo alla domanda di zia raspa sul bambin gesù.
    Anche io quando Rachele ha deciso di dare la facciata contro il letto, sabato scorso, alla vista del sangue a catinelle ho puntato al primo pronto soccorso, ma purtroppo capita di perdere più tempo così…è che uno vorrebbe credere che QUALSIASI struttura sia abbastanza SANITARIA pronta a casi di emergenza, invece… Mi dispiace tanto per il bimbo e per voi e per l’altra frugoletta in pancia. Che brutti momenti. Mi auguro davvero di cuore che sia passata.
    Un abbraccio.
    Facciamo un pensiero collettivo: che questo sia un week end sereno per tutte le mamme blog e non solo.


  4. Io sto a Guidonia e ho puntato al più vicino, dal quale mi avrebbero poi potuta portare in qualunque altra struttura, in ambulanza in teoria.
    Stando da sola non mi sono certo messa a fare strade che non conoscevo…
    Comunque oggi il piccolotto sta bene, ha avuto 37,5 nel pomeriggio e si è beccato subito una bella tachipirina.


  5. Povero piccino! Non oso immaginare, ma è consolante vedere come te la sei cavata egregiamente… credo che sia nel DNA delle mamme riacquistare in fretta lucidità per il bene dei nostri cuccioli. E tu sei stata bravissima.
    E oggi come sta l’angioletto?


  6. Penso anche io che l’istinto di mamma, quello di sopravvivenza per te e per i tuoi cari a un certo punto ti impone di calmarti e riflettere.
    Il cucciolotto è decisamente guarito, non ha più avuto febbre, sta prendendo l’antibiotico per l’infiammazione alla gola ma sta bene.


  7. Ciccinino!!! Meno male.
    (Guidonia! Ecco dove sei!! :->)


  8. quindi tutto bene il cucciolo?
    possiamo dichiararlo guarito? 🙂


  9. Michela: si, per pochi numeri civici non rientriamo nel comune di Roma.
    Marica: si si, assolutamente! Già il giorno dopo ha avuto solo 37,5, subito tachipirina, e dal giorno dopo ancora niente.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: