h1

Il momento più brutto della mia vita

3 settembre 2009

Sabato: il pupo nel pomeriggio ha la febbre. 38, ma è calmo e tranquillo, normale.
La sera dopo cena siamo in cucina, lo prendo in braccio e lui ride e gioca col papà.
Lo sento che si calma e dico “Com’è calmo, non è che gli si è alzata la temperatura e si è un po’ ammosciato?
Lo guardiamo e lui è immobile, gli occhietti spalancati, guarda fisso nel vuoto, sembra non respirare nemmeno.

O mio Dio.

Il panico.

Lo scuotiamo un po’ e lo chiamiamo ma non risponde.
Scendiamo le scale di corsa, io strillo Aiuto sperando ci senta mio cognato che abita al piano di sotto ma non è in casa.
Mio marito mi dice Prendi le chiavi della macchina. Io le prendo e nemmeno mi chiudo la porta di casa alle spalle, prendo il bimbo in braccio e saliamo in macchina.
Dico “Andiamo da Teresa, è infermiera” ma la vicina non è in casa nemmeno lei.
Allora via verso il pronto soccorso.
Io con mio figlio in braccio, immobile e questi occhietti spalancati e fissi.
Io penso “Sta morendo“.

Il panico.

Mio marito non ritrova la strada per il pronto soccorso, strada fatta tante volte, quando si tagliò il ginocchio lui, quando mi slogai la caviglia io…
Ci fermiamo a ogni passante Dov’è il pronto soccorso, ma ci troviamo sempre a girare in tondo.
Arriva un angelo sottoforma di automobilista che ci si affianca e ci dice seguitemi e ci conduce a 200 all’ora al pronto soccorso.

Nel frattempo il bimbo respira e io già mi sento meglio: respira quindi è vivo. Tanto mi basta.

Al pronto soccorso ci aprono subito la porta, gli misurano la febbre, 38,6 gli mettono la tachipirina.
Lui apre e chiude gli occhi e mugola, è stranissimo, io penso a scenari apocalittici in cui una meningite fulminante lo ha reso invalido. Ma è vivo e tanto mi basta.

Gli infermieri ci tranquillizzano e guardano mio marito “Scusi, lei è in mutande” e ridono.
Così come eravamo siamo usciti di casa, se fossi stata nuda sarei uscita nuda. Ma ancora non riesco a ridere insieme a loro.
Un medico visita il bimbo e vede che si è ripreso ed è reattivo: ci dimette e ci consiglia di andare in un ospedale di Roma perchè loro non hanno pediatria. “E passate da casa che il signore si mette i pantaloni“.

Morale della favola: da sabato sera a ieri pomeriggio siamo stati ricoverati in ospedale in osservazione.
Causa della febbre: sesta malattia. Causa dello svenimento: convulsioni febbrili.
Niente di grave, capita a molti bambini, ma per i genitori è uno shock incredibile.

Annunci

18 commenti

  1. piccolina mi dispiace. Conosco ogni singola parola di ciò che hai descritto e ti dico subito che non è successo niente, solo tanta paura.
    Miriam le ebbe a 15 mesi e tutto si svolse esattamente come hai detto tu. Un minuto prima stava bene l’attimo dopo occhi rivoltati, tremiti e rigidità del corpo. Non respirava nemmeno lei quindi provai a scuoterla, a rianimarla ma niente, ero sola in quel momento e incinta di 5 mesi dell’altro figlio.
    Mio marito era a casa di sua sorella, di fianco a noi, quando capii che stavo perdendo la mia bambina aprii la porta e urlai con quando fiato avevo in gola, intanto lei era diventata quasi blu e non dava segni di vita. Quando il padre venne di corsa, gliela misi in braccio dicendo: E’ morta…
    Ma lui la prese e scappò in cucina con lei in braccio. Non so cosa fece, mi disse che le soffiò forte in bocca e dopo una serie di lunghissimi secondi la sentii piangere.
    Fu ricoverata 10 gg al Bambin Gesu’ma nulla risultò.
    Da allora ogni volta che avevano la febbre io non chiudevo occhio ne notte ne giorno e non feci salire mai più la temperatura oltre i 38.
    Sai che adesso è una ragazzona sana, bella e intelligente. Niente paura quindi. Con i bambini piccoli son cose che possono succedere.
    Lo so che continuerai a vegliarlo di continuo, scrutando ogni suo battito di ciglia, queste ore vissute non le potrai dimenticare mai, ma sono passate F. sono passate e il tuo piccolino sta bene.
    Ti abbraccio forte.


  2. Mamma mia, mi sono venuti i brividi a leggere ….
    Ho ancora la pelle d’oca.


  3. tranquilla adesso 😉


  4. MAMMA MIA! Spero non mi succeda mai, ci resterei secca!


  5. Caspita che momenti terribili… ho avuto io i brividi a leggere, posso immaginare cosa puoi aver provato tu!
    Dai, fortuna che è passata. Un abbraccio forte a te a al piccolino


  6. Aspirantemamma, quanto meno se mai dovesse capitare, sai che è una cosa non grave e non ti farai prendere dal panico come ho fatto io.
    Sofficina: eh sti figli! Si ora è passata ed è qui che reclama attenzioni a tutto andare 🙂


  7. Hio letto quasi senza respirare… non oso immaginare.
    Ma sì, in quei momento corri fuori casa così, come sei. Io ero in canottiera, ciabatte e pantaloncini lerci quando mio fratello ha chiamato dicendo ho fatto un incidente sta arrivando l’ambulanza, così ero quando sono arrivata da lui correndo e inciampando con le ciabatte, così mi sono rivista al pronto soccorso.
    Adesso è passata… tranquilla e goditi il pupetto che reclama attenzione


  8. Gli infermieri dicevano “di solito arrivano mamme in vestaglia o in pigiama, un papà in mutande ancora non l’avevamo visto”… 🙂


  9. scrivo, cancello, scrivo.
    semplicemente non ho parole.


  10. Mi dispiace molto…
    Non si è mai preparati a vedere star male i figli.
    Con la prima, aveva la febbre e dormiva da troppe ore… non apriva più gli occhi, come se fosse in uno stato di svenimento, ma invece era attiva, piangeva…
    La portammo all’ospedale e scoprimmo che aveva gli occhietti attaccati dalle secrezioni causate dall’influenza che si erano seccate e lei non rusciva più ad aprire gli occhi.
    Pian piano, con batuffoli bagnati dalla camomilla, il dottore riuscì ad aprirli…
    Un abbraccio a te e al gattino.


  11. Grazie a tutti: fortunatamente non era niente di grave e si è tutto risolto.


  12. Tiriamo tutti un bel respiro.
    🙂


  13. Mi spiace moltissimo…

    Speriamo che non mi capiti mai… la teoria la so tutta, ma probabilmente morirei d’infarto prima di metterla in pratica.


  14. Pensa che io ignoravo pure la teoria! Almeno saperla penso che ti eviti di andare nel panico e pensare le cose peggiori.
    Spero che la piccola Dafne non ti faccia mai uno scherzo simile.


  15. a 14 mesi febbre a 41 da circa due ore, paracetamolo senza alcun effetto,corsa disperata in auto al pronto soccorso …. arriviamo
    e la febbre è sparita : sesta malattia e nessuno strascico
    ma che cavolo sarà sta sesta malattia che non avevo mai sentito prima e che quasi mi fa morire di infarto con tutta la famiglia!
    sono passati anni ma ricordo ancora perfettamente il senso di panico totale….
    ora sempre vigili ma più sereni un abbraccione lalla
    p.s.a parte che adoro i gatti e in particolare quelli neri, davvero intelligente la casellina x avvisare di nuovi commenti!


  16. Ciao Lalla, benvenuta.
    Io nemmeno l’avevo mai sentita, nè sapevo che potessero capitare le convulsioni febbrili: leggendo poi su internet ho visto che le due cose possono anche essere collegate.


  17. mio dio…provavo terrore mentre legevo il post..con i bambini non si è mai tranquilli e mai preparati..
    ora tutto bene??


  18. Tutto benissimo, grazie Aquilotta.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: